Questa storia ha inizio nel 2012 quando, per amore, mi trasferisco a vivere in Italia ed inizio a scoprire da vicino una cultura gastronomica che conoscevo solo a grandi linee. Ad esempio non sapevo quanto diffuso fosse l’uso del peperoncino, elemento importantissimo nella cucina quotidiana in certe regioni della Italia. A casa mia, d’altra parte, non l’avevamo mai usato e fino a quel momento per me la parola piccante voleva dire salsa Tabasco. Ricordo che inizialmente mi rifiutavo di mangiare piccante, tanto da far modificare le ricette ai miei cari, per prima mia suocera che, molto gentilmente e credo con molto sforzo, eliminava il peperoncino quando io ero a tavola.

Ovviamente questo rifiuto, data la gran quantità di stimoli, non poteva durare a lungo e quindi, piano piano, mi sono lasciato andare.

Di professione sono agronomo e una delle mie passioni è la coltivazione per autoconsumo. Ho iniziato a coltivare delle diverse varietà di peperoncino assieme ad altre verdure ed ortaggi. Piano piano però quell’orto si è trasformato in una monocultura di peperoncino: era diventata una vera passione. Tanta era la necessità di provare nuove varietà che si generava una sovra produzione impossibile da consumare in famiglia e che veniva regalata a conoscenti, amici, parenti e vicini.

Nel frattempo, la raccolta di informazioni e la ricerca di nuovi prodotti da assaggiare, ha fatto sì che a metà del 2015 sorgesse l’idea di fare un piccolo blog con tutte le informazioni e le foto documentarie raccolte quotidianamente.

Nel giro di poco è sorta l’idea più ambiziosa di mettere alla portata di tutti gli amanti del piccante una varietà di prodotti introvabili nella grande distribuzione.

Così nell’agosto del 2015 nasce ilpeperoncinopiccante.com.

Oggi siamo una realtà in crescita, crediamo nelle virtù del peperoncino piccante e vogliamo diffonderne l'utilizzo “in tutte le salse”.